NEWS

Monte Pellegrino in musica con Giambruno Spitaleri e Giordano

La cornice palermitana di Monte Pellegrino riapre i battenti con una notte interamente dedicata al concetto di bellezza, osservato da sette punti di vista: LA BELLEZZA DELLA MUSICA AFRO AMERICANA, LA BELLEZZA DEL FUOCO CHE NON DISTRUGGE, LA BELLEZZA DELLA LIBERTA’, LA BELLEZZA DELLA SICILIA, LA BELLEZZA DELLA STRADA, LA BELLEZZA DELLA MUSICA POPOLARE, LA BELLEZZA DELLA DRAMMATURGIA. L’appuntamento con “La notte della bellezza” è questa sera, per una serata che abbraccerà tale elegante tema attraverso le sfumature della danza, del teatro, del cabaret e della comicità, della poesia, dell’arte dei cantastorie e dei focolieri, oltre che, naturalmente, della musica.

A portare in scena la bellezza della musica e in particolare di quella afro americana saranno tre affermati artisti siciliani, pilastri del ‘Brass Group’ di Palermo, ovvero: Claudio Giambruno, Diego Spitaleri e Vito Giordano. L’ideatore della manifestazione, Angelo Butera, commenta, tra le altre cose, la serata in questo modo: “Ci sono delle strutture palermitane che vivono un momento di particolare crisi come il ‘Brass Group’, a perenne rischio chiusura per i mancati finanziamenti della Regione. Se nella nostra terra, oggi, esiste il jazz è anche per merito loro.”.

Claudio Giambruno è un musicista di Sax Tenore, Sax Soprano e Flauto Traverso. Studia sassofono con i maestri Larry Nash e il sassofonista palermitano Stefano D’Anna perfezionando la tecnica dell’improvvisazione e sviluppo del linguaggio Bebop sotto la direzione del leggendario pianista americano Barry Harris oltre che armonia e improvvisazione con il maestro Giovanni Mazzarino.

Vito Giordano è trombettista, compositore, bandleader, direttore d’orchestra, diplomato in tromba al conservatorio V. Bellini di Palermo. Dal 1996 a tutt’oggi è Direttore Didattico della Scuola di musica del Brass Group di Palermo e dei corsi Europei d’Orchestra Jazz nel corso dei quali è stato assistente di direzione di G. Schuller, B. Russo. Dal 2003 svolge attività di docente di tecnica dell’improvvisazione e musica d’insieme al conservatorio di stato V. Bellini di Palermo.

Diego Spitaleri inizia l’attività concertistica nel 1979 ed ha all’attivo numerosi concerti nell’ambito italiano ed internazionale, nonché partecipazioni a trasmissioni radiofoniche e televisive. Nell’ambito del concorso “Sicilia Jazz Giovani”, nell’estate dell’82, ha conseguito il premio “Pignatelli” per la composizione; nello stesso periodo ha fatto parte di un’orchestra formata dalla terza rete RAI e diretta da Bruno Tommaso.