NEWS

zyz-music-festival

Zyz Musica Festival: due giorni di musica indie-rock-electro a Villa Filippina

Due giorni di musica indie-rock-electro con lo Zyz Music Festival in programma per per sabato 16 e domenica 17 giugno nella splendida location del parco di Villa Filippina. Gli ospiti più attesi saranno i Marlene Kuntz.

Lo Zyz Music Festival, rassegna urbana internazionale di musica indie-rock-electro, inserita nel calendario di Palermo Capitale della Cultura, partirà domani: due giorni di di musica indie-rock-electro in programma per sabato 16 e domenica 17 giugno nella splendida location del parco di Villa Filippina sita in piazza S. Francesco di Paola, 18 a Palermo.

Zyz come il nome con cui i Fenici chiamarono la città nella sua fondazione che significa “fiore” o “splendente”. Durante le due serate sul palco di circa 120 metri quadrati, si alterneranno 12 band italiane e europee.

Gli ospiti più attesi saranno i Marlene Kuntz (domenica 17 giugno), la storica band di rock alternativo di Cuneo, con trent’anni di carriera, che torna a Palermo da capofila del ricco cartellone dello Zyz, con il rientro di Davide Arneodo.

“Con lui, col suo violino, le sue tastiere e i suoi cori – assicura la band piemontese –
ripescheremo pezzi meno suonati in genere ma non meno amati da chi ci segue. E ci permetteremo
qualche parentesi sonora dal sapore quasi acustico, per dare al concerto una dinamica estremamente
variegata”.

La prima serata (sabato 16 giugno) sarà all’insegna dell’indie rock ed elettronico internazionale con: The Virginmarys, trio inglese rock di Macclesfield, per la prima volta in Italia; i North State, progetto pop elettronico di Barcellona dei fratelli Laia e Pau Vehì e Martyna Kubicz, in arte MIN t, compositrice, produttrice e cantante originaria di Breslavia (Polonia), ma berlinese di adozione, che combina la musica elettronica con soul e r&b e jazz; i We Were Strangers, progetto di folk alternativo di Manchester di Stefan Melbourne. E a completare la prima giornata, il pop-rock elettronico dei romani Deadline-Induce Panic e la cantautrice palermitana folk-pop Aurora D’Amico.

Nella seconda serata (domenica 17 giugno), oltre i Marlene Kuntz, ci sarà il folk new-wave del cantautore Gigante, bassista dei Moustache Prawn, il trio disco-punk originario di Taranto “A Morte l’Amore”, che unisce sperimentazioni pop a sonorità disco ’70. E poi tre band siciliane: i Da Black Jezus, originari di Troina (Enna), che mescolano il cantautorato folk-blues a sonorità black e trip hop e i Voodoo Bros, duo “roots &blues” che mette insieme Umberto Porcaro e Federico Chisesi e i palermitani Fancies, che hanno appena pubblicato il primo singolo “Al di là dell’Africa”.

All’ interno del parco di  10mila metri quadrati di Villa Filippina sarà allestita anche un’area per le mostre, un’altra riservata alle esibizione artistiche, visuali e al videomapping, con la partecipazione di circa 40 artisti, un’area food e una espositori. Alle due serate seguirà un after party di Witches Are Back, un collettivo internazionale di artiste che curerà anche una mostra d’arte collettiva.