MUSICA INDIPENDENTE

Zagreb – “Acme” è il nuovo singolo estratto da “Palude”

S’intitola “Acme”  il secondo singolo degli Zagreb estratto dal nuovo disco “Palude”, distribuito e promosso da Alka record label. Il brano è accompagnato dal videoclip ideato e realizzato da Luca Lago e Damiano Ferrari.

Gli Zagreb, la band che nasce nel 2014 tra Treviso e Padova dall’insieme di 4 musicisti attivi da molti anni nella scena underground, lanciano il nuovo singolo Acmesecondo estratto dal loro secondo album Palude, distribuito e promosso da Alka Record Label. Il disco è stato prodotto da Federico Viola e Michele Guberti presso l’Animal House Studio di Ferrara.

Palude è un disco maturo e ricco di suoni freschi e scuri allo stesso tempo, composto da 10 brani in cui la band racconta a modo proprio la società e i fantasmi che si nascondono dentro ognuno di loro.

La scrittura degli Zagreb è in Italiano, per non nascondersi dietro facili assonanze; lo stampo dei brani è rock, tirato e influenzato dalle variegate esperienze dei quattro componenti.

L’uscita del singolo Acme  è stata accompagnata dal video ideato e realizzato da Luca Lago e Damiano Ferrari. Promosso e distribuito da Alka Record Label, è statp registrato e prodotto da Michele Guberti e Federico Viola presso Animal House Studio.

Gli Zagreb hanno già all’ attivo un altro album dal titolo Fantasmi Ubriachi, registrato presso lo studio ferrarese del noto produttore Manuele Fusaroli (The Zen Circus, Giorgio Canali, Nada, Andrea Mirò, Il Teatro Degli Orrori) assistito al banco da Federico Viola.  Il disco esce il 27 Novembre 2015, con larghi consensi dagli addetti ai lavori.

Fantasmi Ubriachi, raccoglie frammenti di vita e rapide considerazioni, il tutto cristallizzato sapientemente dalla produzione. Attraverso un equilibrato mix di sonorità distorte e incalzanti prettamente rock e di brani dal gusto più onirico e sospeso, la band gioca su chiaroscuri che rendono il primo lavoro in studio di Zagreb un disco completo, indirizzandoli verso un genere e una scrittura che, pur mantenendo le radici iniziali, si apre verso prospettive moderne.