Il viaggio nella musica di Vito De Canzio, emozionante voce siciliana

Il nome di Vito De Canzio si è formato ed affermato ormai da molti anni. Una voce potente, duttile, da brividi, sicuramente tra le migliori del panorama musicale palermitano. Una voce in cui è facile riconoscere quanto Vito sia affascinato da tutto il Soul e il Rythm and Blues degli anni 60, 70 e 80, innamorato di Sting e Phil Collins, orientato verso il Pop Rock. Il tutto accompagnato da una coppola in testa durante ogni esibizione.

Vito De Canzio comincia a cantare professionalmente a 14 anni impegnandosi contemporaneamente sia come Vocalist in discoteca sia come performer nella sua prima band. Ma il suo amore verso la musica non ha età: “Penso di avere sempre cantato. La presenza di mia madre, che cantavapiuttosto bene, è stata fondamentale nell’approccio alla musica. Grazie a lei la mia vita è stata una “full immersion” nella musica sin da piccolo. Io ho solo scelto, più o meno consapevolmente, di esternare una caratteristica predominante della mia natura”.
La carriera di Vito ottiene una svolta quando, insieme a Leonardo Triassi, Davide Molino, Mario Tarsilla e Fabio Finocchio, costituisce l’ancora attiva e molto apprezzata Buba’s Band. Nel 1993, frequentando la movida e le discoteche, viene a contatto con Roberto Masi e Fabio Fiorentino: così nascono i Blast, una formazione House Underground che ha riscosso un discreto successo in campo mondiale e che ha avuto il suo termine nel 1996. Successivamente Vito ha lavorato indossando anche i panni dell’autore di brani e produttore, non tralasciando mai i live. Nel 2007 e fino al 2010 entra a far parte di una realtà culturale molto solida e rinomata: il collettivo SUDD MM. I Sud Music Movement sono un gruppo tutto siculo che propone un repertorio inedito esclusivamente in dialetto siciliano e che, a partire dalla tradizione popolare, si racconta con un moderno linguaggio musicale, pervaso di contaminazioni di vari generi.
I Sud MM sono stati l’unica band italiana ospite al WOMAD U.K. e del WOMAD SICILY 2008, la più importante rassegna di world music al mondo. Sia nel 2007 sia nel 2008 sono stati ospiti del COUS COUS FEST di San Vito Lo Capo (TP) e dal 2006 sono impegnati nelle repliche del musical SCIROCCU.

Per il suo futuro Vito spera di mantenere le collaborazioni con le band di cui fa attualmente parte: i Palermo Spiritual Ensemble (con cui canta il genere gospel), il suo trio acustico Three Under Cover con Davide Molino alla chitarra acustica e Mariano Tarsilla al basso e la Buba’s Band con cui ha festeggiato ben 25 anni di attività. “Poi …chissà – conclude Vito-.  Mi piacerebbe fare un disco con sonorità acustiche e calde, mescolando brani noti e qualche inedito”.