Teddy Schifano e la batteria, compagni per la vita

Prima di divenire un musicista, prima di collaborare con artisti affermati e prima di raggiungere mete e traguardi da sogno, Teddy Schifano è stato un bambino perdutamente innamorato della musica e della batteria. Studiava e suonava il tamburo nella banda del paese quando, a sei anni, insieme ai genitori, andava alle serate danzanti natalizie organizzate a Vicari, in provincia di Palermo, dove è nato e cresciuto. Da quel momento capì che la musica doveva essere la sua compagna di vita.

Così, a nove anni, inizia a studiare musica presso la scuola Musicale Vincenzo Bellini di Vicari alla guida del maestro Mula Gerlando. Il suo stile è sempre stato influenzato da talentuosi personaggi del panorama artistico come Lele Melotti, Giulio Capiozzo, Christian Meyer, Dave Weckl, Steve Gadd e Vinnie Colaiuta. Alla fine degli anni ’80, in compagnia di Franky Li Causi, suo nipote, bassista e fondatore dei NEGRITA, amava ascoltare Chick Corea, Billy Cobham e Miles Davis.

La sua carriera musicale inizia a soli 14 anni, quando viene ingaggiato dall’Orchestra di Liscio Spettacolo “The Progress Group”. Ci racconta Teddy con il sorriso sulle labbra: “Mi ricordo che durante i primi concerti con i “The Progress Group”, arrivati in piazza per fare il sound check, tutti gli addetti ai lavori (compresi gli organizzatori) aspettavano il batterista convinti che io fossi il ragazzetto che gli montasse la batteria”. Ma fu il 1987 l’anno in cui inizia il suo percorso professionale, a partire dal quale suona Liscio, Pop, Fusion, Latin Jazz, Dance, Rock e Blues. Da quel momento iniziarono importanti collaborazioni che lo hanno accompagnato, arricchito e fortificato lungo il suo percorso musicale. Teddy ricorda soprattutto: Sal Cacciatore, trombettista con cui ha suonato per più di 10 anni e inciso un disco di Latin Jazz, e Max Potamo, artista poliedrico del quale non dimentica i suoi sinceri ed utili consigli circa l’approccio alla batteria. Successivamente ha suonato con Barbara Evans, Ronnie Jones, i sassofonisti Orazio Maugeri e Stefano D’Anna e la grandissima Joe Castellano Super Blues Band che gli permise di far musica insieme ad ottimi musicisti americani. Dal 1999 fa parte dell’Orchestra leggera sinfonica “Città di Palermo” diretta dal Maestro Gaetano Colajanni. Nel 2001 crea “La Notte dei Tamburi” spettacolo prettamente batteristico. Un’altra grande collaborazione è stata insieme a Ricky Portera che, a parte gli insegnamenti legati alla musica, è stato per lui un maestro di vita e professionalità. Nel 2007 tiene una fortunata tournee in Germania con la Max Potamo Band e nel 2009 ha l’onore di suonare con Lenny Castro, uno dei migliori percussionisti del mondo. Nel 2010 suona con Paolo Belli e Alan Soul, il papà della cantante Giorgia.

Attualmente Teddy è endorser di batterie DRUM SOUND e  bacchette VIC FIRTH oltre ad essere il batterista della tribute band Vasco Rossi “Colpa d’Alfredo” e dei “SENSAZIONE SONORA” in cui suona pop/rock italiano. Oggi esprime la sua passione per la musica anche attraverso l’insegnamento: è, infatti, docente di batteria presso due scuole musicali siciliane.

Per il futuro sta lavorando per regalare ai suoi fan diverse sorprese tra cui un album prettamente batteristico in cui saranno coinvolti tutti i suoi amici musicisti e, in cantiere, ha in progetto l’apertura di una scuola di batteria a suo nome prevista per il 2017.

 

Attachment