NEWS

I Tarantatatà portano a Gangi “Sicilia terra di tutti”

“Sicilia terra di tutti”: questo il titolo del nuovo cd del quintetto Tarantatatà, presentato questa sera in concerto presso la Sala Polifunzionale del Nuovo Teatro Comunale di Gangi. Sarà uno spettacolo poetico musicale in cui si celebreranno le melodie della tradizione siciliana attraverso tarantelle, mazurche, serenate e canti d’amore. Appuntamento a partire dalle ore 17.00.

Con una sequenza di 13 brani tratti dal repertorio popolare siciliano, i Tarantatatà presenteranno al ubblico di Gangi il loro ultimo lavoro discografico “Sicilia terra di tutti”. L’album nasce da un meticoloso lavoro di ricerca storica ed etnoantropologica in cui le melodie tradizionali siciliane e i testi poetici dialettali del Polizzano, del Vitale, del Pitrè e del Buttitta, lontani dal clangore delle città, fanno riscoprire l’anima e la magia melodiosa della montagna madonita. Un progetto di riflessione sulla propria terra di origine, ricco di gioia, tormento e nostalgia. La formazione dei Tarantatatà è così composta: Ottavio Brucato al clarinetto, Antonio La Placa ai sassofoni, Francesco Profita alla tromba, Francesco Barberi alla fisarmonica, Salvatore La Placa al clarinetto basso, Santi Cicardo è la voce recitante. Un mix di strumenti e musicisti piuttosto insolita in cui la varietà timbrica degli strumenti che la compongono si coniuga perfettamente con la “tradizione” e la “contaminazione” di quella musica colta dove c’è di tutto: melodie tra il classico, il jazz, il popolare, bandistico e il celtico. I particolari arrangiamenti, curati da Antonio La Placa in un caleidoscopio di suoni, sono l’esaltazione della stessa musica scritta con partiture complesse.