Sanremo 2018 – Il programma, i cantanti in gara e gli ospiti

Questa sera, prenderà il via il Festival di Sanremo 2018 e andrà in onda in prima serata tutti i giorni, in diretta tv su Rai Uno, fino alla finale di sabato 10 febbraio. La conduzione, così come il ruolo di direttore artistico, è affidata al cantautore romano Claudio Baglioni, affiancato da Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.

La sessantottesima edizione passerà alla storia per la schiera di ospiti italiani, in sintonia proprio col progetto di Baglioni di riportare in primo piano quello che negli anni era diventato solo un sottotitolo di Sanremo: Festival della canzone italiana.

Pare che molti dei grandi nomi annunciati per questa edizione del Festival 2018 non li vedremo sul palco dell’ariston. Ad esempio Milva, venerdì riceverà il premio alla carriera, ma non sarà presente.
Mina, ci sarà, invce, ma solo in ologramma, grazie alla tecnologia. Bollani alla fine ha declinato l’invito.
Ci sarà invce, stasera Laura Pausini, che ha chiesto di poter cantare in mezzo alla gente. Ci sarà il trio Nek – Pezzali – Renga. Ci sarà anche Gianna Nannini. Ma, a quanto pare, l’ospite più atteso di questa prima serata è Fiorello e, secondo la scaletta di Baglioni, dovrebbe salire sul palco alle 22,30, anche se lo showman ironicamente lancia messaggi d’aiuto come: << Claudio, fammi entrare prima, così mi tolgo il peso>>. Vedremo sul palco anche il cast del film ” A casa tutti bene” capitanati dal regista Gabriele Muccino, ci saranno- tra gli altri-: Stefania Sandrelli, Sabrina Impacciatore, Stefano Accorsi.
Il Festival di Claudio non vedrà «astronauti o sportivi»(e questa sembra quasi una frecciatina a Carlo conti) e «nessuna performance extra musicale. Ma il dato spettacolare sarà comunque rilevante, speriamo anche che sia bello».
Poche le presenze internazionali: una su tutte James Taylor, che duetterà con Giorgia, e che si preannuncia uno dei momenti musicalmente più interessanti di questo Festival.

Stasera, oltre ai grandi ospiti, ci attende un nuovo palco e una serie di innovazioni tecnologiche che dovrebbero rendere più interessante la visione da casa. Si potrà avere, sin dalla prima sera, un assaggio dei cantanti più apprezzati e di quelli che rischiano invece di scivolare agli ultimi posti della classifica.
Ogni sera, poi, un momento-tributo «alla bellezza che tanti artisti ci hanno lasciato», come ha proprio dichiarato Baglioni. Si comincerà con Luis Bacalov che il conduttore e direttore artistico omaggerà insieme al suo amico Capitano coraggioso, Gianni Morandi. Toccherà poi al Volo, il trio dei tre giovani tenori canteranno alcuni classici di Sergio Endrigo. Poi, Umberto Bindi e Fabrizio De Andrè verranno ricordati da Baglioni con Gino Paoli e Danilo Rea, mentre Piero Pelù canterà Lucio Battisti. Tributi infine anche a Luigi Tenco e Giorgio Gaber. E questa è la formula scelta per tutti: l’ospite arriva, fa un medley dei suoi successi, poi il nuovo singolo (se ce l’ha), quindi un duetto con il “dittatore” del Festival.
Mai come questa volta, la musica italiana sarà al centro della scena. Sarà un
«Sanremo sempre più musicale, con una stella polare da seguire, quella della canzone italiana», così ha dichiatato ieri Baglioni durante la conferenza stampa inaugurale. E se Baglioni, per rispetto dei colleghi, ha tolto l’eliminazione dei cantanti, rimane la graduatoria, con «classifiche più esplicite che negli anni passati e con un sistema di giurie disgregate molto interessante». Staremo a vedere, intanto, ecco la lista dei cantanti big in gara:

Annalisa, “Il mondo prima di te” (Alessandro Raina/Davide Simonetta/Annalisa Scarrone)

Enzo Avitabile e Peppe Servillo, “Il coraggio di ogni giorno” (Pacifico/Enzo Avitabile/Peppe Servillo)

Luca Barbarossa, “Passame er sale” (Luca Barbarossa)

Mario Biondi, “Rivederti” (Mario Biondi/Giuseppe Furnari/Mario Fisicaro)

Giovanni Caccamo, “Eterno” (Cheope/Giovanni Caccamo)

Red Canzian, “Ognuno ha il suo racconto” (Red Canzian/Miki Porru)

Decibel, “Lettera dal Duca” (Silvio Capeccia/Enrico Ruggeri/Fulvio Muzio)

Diodato e Roy Paci, “Adesso” (Antonio Diodato)

Elio e le storie tese, “Arrivedorci” (Sergio Conforti/Elio/Davide Civaschi/Nicola Fasani)

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, “Il segreto del tempo” (Pacifico/Roby Facchinetti)

Max Gazzé, “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno” (Francesco Gazzé/Max Gazzé/Francesco De Benedittis)

The Kolors, “Frida” (Davide Petrella/Dario Faini/Alessandro Raina/Stash Fiordispino)

Ermal Meta e Fabrizio Moro, “Non mi avete fatto niente” (Ermal Meta-Fabrizio Moro/Andrea Febo)

Noemi, “Non smettere mai di cercarmi” (Diego Calvetti/Massimiliano Pelan/Noemi/Fabio De Martino/ Veronica Scopeliti)

Ron, “Almeno pensami” (Lucio Dalla)

Renzo Rubino, “Custodire” (Renzo Rubino)

Lo Stato Sociale, “Una vita in vacanza” (Lodovico Guenzi, Alberto Cazzola, Francesco Draicchio, Matteo Romagnoli, Alberto Guidetti, Enrico Roberto)

Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico, “Imparare ad amarsi” (Bungaro/Pacifico/Cesare Chiodo/Antonio Fresa)

Le Vibrazioni, “Così sbagliato” (Francesco Sarcina, Andrea Bonomo, Luca Chiaravalli, Davide Simonetta)

Nina Zilli, “Senza appartenere” (Giordana Angi/Antonio Iammarino/Nina Zilli)

Di seguito, Nuove Proposte:

Lorenzo Baglioni, “Il congiuntivo” (L. Baglioni, M. Baglioni, L. Piscopo)

Mirkoeilcane, “Stiamo tutti bene” (M. Mancini)

Eva, “Cosa ti salverà” (A. Di Martino, A. Filippelli)

Giulia Casieri, “Come stai” (G. Casieri, A. Ravasio)

Mudimbi, “Il mago” (M. Mudimbi, A. Bonomo, M. Zangirolami, A. Bavo, F. Vaccari, P. Miano)

Ultimo, “Il ballo delle incertezze” (N. Moriconi)

Leonardo Monteiro, “Bianca” (M. Ciappelli, V. Tosetto)

Alice Caioli, “Specchi rotti” (A. Caioli, P. Muscolino)