NEWS

“Un pop di samba” musica estiva e ritmi brasiliani per il nuovo singolo firmato Audio Magazine

È in radio dallo scorso 14 luglio “UN POP DI SAMBA (Olè Olè)”, il nuovo singolo degli AUDIO MAGAZINE che si è già candidato a diventare il tormentone dell’estate 2017. Si tratta del secondo brano estratto dall’album “Caramba”, album d’esodio degli Audio Magazine, uscito a febbraio per l’etichetta GLR Productions dopo ben 15 anni di singoli ed Ep. Il titolo della canzone è un omaggio alla “mistura” che contraddistingue la musica del gruppo, capace di unire il pop Made in Italy alle percussioni brasiliane.

Ci sono voluti 15 anni prima che gli Audio Magazine arrivassero alla pubblicazione del primo album, “Caramba”, dopo una serie di singoli ed Ep. Con il singolo “Ore Ore” la band ha aperto la colonna sonora del film “Beata ignoranza” di Massimiliano Bruno che, come noto, ha come protagonisti la coppia formata da Marco Giallini e Alessandro Gassmann. Adesso, è la volta di “Un pop di samba”, pronto a diventare il tormentone dell’estate.

La band, formata da Andrea Cardillo (voce e chitarra), Francesco Carusi (voce e tastiera), Kikko Careddu (batteria), Vittorio Longobardi (basso), Enrico Sotgiu (percussioni), Lamine Mbaye (percussioni), ha registrato l’album “Caramba” nello studio “Meccanica Sonora” di Roma prima di volare a Rio de Janeiro dove i brani sono stati realizzati con la collaborazione del compositore carioca, Rogè e di Max De Tomassi. E il Brasile si sente e non poco per questa prima prova della band che vede tra i componenti due volti noti della tv italiana: Andrea Cardillo, che fu uno dei personaggi più amati della prima edizione di “Saranno Famosi”, il talent di Maria De Filippi, e Gian Marco “Chicco” Careddu che fu uno dei musicisti proprio di quella edizione. In “Caramba”, infatti, si alternano il rock e il pop, ma la componente brasiliana è molto forte, non solo nella title track, ma anche in brani come “L’amore non conviene” e il recente “Un pop di Samba”.  Il video di “Un pop di Samba” è interamente girato in Brasile e racconta le sessioni di registrazione dell’album nell’Orbita Studio di Rio de Janeiro ed i momenti passati alla scoperta della “cidade maravilhosa”.

[su_frame align=”center”][adrotate banner=”1″] – [adrotate banner=”2″][/su_frame]