MUSICA INDIPENDENTE

Novità Discografiche –Prima del tour con Michele Bravi, Federica Abbate lancia il singolo “A me ci pensi mai”

È disponibile in streaming e download “A me ci pensi mai”, il nuovo brano della giovane cantautrice milanese Federica Abbate. La canzone segue il singolo di debutto dell’artista dal titolo “Fiori sui balconi” e sarà seguita dall’entusiasmante esperienza live con Michele Bravi, accompagnandolo nel corso del suo tour “Anime di carta – Nuove pagine” in veste di special guest per tutte le date.

Definita dai media “penna di platino”, Federica Abbate scrive hit per Fedez (L’amore eternit, 21 grammi), Baby K (Roma-Bangkok) e Francesca Michielin (Nessun grado di separazione). Non solo: Federica continua tuttora la sua attività di autrice e tra gli artisti che cantano le sue canzoni ci sono Fiorella Mannoia, Alessandra Amoroso, Lorenzo Fragola, Giusy Ferreri, Jake La Furia, Michele Bravi e molti altri.
A marzo 2016 firma un contratto discografico con Carosello Records per il suo primo progetto artistico nelle vesti di cantautrice.

Il nuovo singolo “A me ci pensi mai” di Federica Abbate sarà ufficialmente presentata al pubblico durante il tour di Michele Bravi, nel quale sarà ospite. Così Federica commenta “A me ci pensi mai”: “A me ci pensi mai quando stai con lei?” è spesso una delle prime domande che una persona si fa quando viene lasciata e vede l’altro inevitabilmente prima o poi iniziare una nuova storia con un’altra persona. Una domanda che, come un martello, ti batte continuamente in testa. E ovviamente speri che la risposta a quella domanda sia un “SI”. Il brano è una sorta di flusso di coscienza, un continuo susseguirsi di immagini e di pensieri che riflettono su quanto velocemente tutto quello che hai costruito in così tanto tempo e che credevi durare per sempre possa dissolversi in un istante; parla di quel senso di solitudine, desiderio di riscatto e confusione tipico della fine di una storia. Allo stesso tempo riflette anche su come non valga la pena struggersi e bloccare la propria vita per qualcosa che non ne farà più parte (“La vita è troppo corta per starci male ogni volta”) perché alla fine di ogni storia poi succede sempre che guardando quella persona con il giusto distacco ti accorgi in realtà di quanto magari fosse diversa da te, ti risulta estranea come se provenisse da una vita fa e non ti ci riconosci, come una “foto sul passaporto che non ci somiglia per niente “.