Novità Discografiche – “La legge di Murphy è più forte di me”, singolo d’esordio per Cimini

“La legge di Murphy è più forte di me”: è questo il titolo del singolo d’esordio di Cimini che anticipa l’uscita del suo nuovo album prevista per il 2018. Attraverso questo brano Cimini racconta la scomoda sensazione di trovarsi sempre nel posto sbagliato e la triste ed ironica consapevolezza che “se qualcosa può andare storto, lo farà”. Un testo, quindi, che descrive lo stato d’animo provato quando ci si ritrova di fronte alle proprie sfortune quotidiane. Nel videoclip che accompagna il brano, le parole di Cimini sono incarnate da un “uomo banana”, molto diverso rispetto a tutte le persone che lo circondano, che vive in un mondo in cui qualunque cosa faccia è destinata ad andare per il verso sbagliato.

Con l’annuncio dell’uscita di “La legge di Murphy”, nuovo singolo di Cimini, (artista di casa Garrincha Dischi, etichetta – fra gli altri – di artisti come Ex-Otago e Lo Stato Sociale) è stato svelato un ‘arcano che da diversi giorni girava per i social di alcuni artisti italiani (tra gli altri Brunori e Maurizio Carucci degli Ex-Otago), nascondendosi dietro al cartello “La Legge di Murphy è più forte di me“.

Se ci sono due o più modi di fare una cosa, e uno di questi modi può condurre a una catastrofe, allora qualcuno la farà in quel modo“. Così professava lo scienziato statunitense Edward A. Murphy in uno dei suoi celebri paradossi. E il video, insieme alla canzone in sé, trasmettono quella sensazione di trovarsi sempre nel posto sbagliato. Il protagonista del video, l’uomo banana interpretato da Renato Avallone, è perennemente tartassato dalla sfortuna, dimostrata dalle mille vicissitudini quotidiane che sembrano minarne ogni sicurezza. Il nostro eroe vaga in giro per la città e, curiosità del video, sul suo cammino incontra più volte i “personaggi” di altri 2 progetti di casa Garrincha, ovvero Lo Stato Sociale e I Botanici.

 

 

Attachment