NEWS

Mimi e Loredana Bertè un compleanno in musica

Nata il 20 settembre del 1947, cantautrice di origine calabrese, Domenica Rita Adriana Bertè, meglio nota come Mia Martini, divide con la sorella Loredana Bertè il giorno di nascita, seppur più grande di tre anni. Lunga e travagliata la sua carriera artistica che comincia a soli 16 anni. Il suo primo album, Oltre La Collina, considerato il miglior disco italiano di sempre, conteneva tracce come Minuetto, Piccolo Uomo, Donna con te. La sua musica diventa famosa anche in Spagna,  Germania e Giappone tanto da partecipare, nel 1977, al Festival mondiale della canzone popolare di Tokio.Subisce due interventi alle corde vocali che la lasciano afona per un anno, che lei impiega per scrivere l’album Mimì. Nel 1982 partecipa al Festival di Sanremo con “E Non Finisce Mica Il Cielo” e vince il premio della critica, che oggi porta il suo nome. Tante le maldicenze sul suo conto che la emarginarono dal mondo della musica e della televisione per alcuni anni. Torna a calcare al scena nel 1989, al Festiva di Sanremo con “Almeno Tu Nell’Universo”. Tanti gli artisti che hanno scritto per lei, da Fabrizio de Andrè a Francesco de Gregori, Biagio Antonacci, Mogol, Enrico Ruggeri, Umberto Tozzi, Antonello Venditti. Verrà trovata priva di vita il 14 maggio del 1995, dopo due giorni dal decesso. L’ipotesi più accreditata fu quella del suicidio, ma la famiglia l’ha sempre escluso.

Cantautrice dalle mille sfaccettatura, Loredana Berte   è sicuramente la regina del rock italiano, con circa 7 milioni di dischi venduti.  Il singolo che si piazza in cima alle Hit Parade degli anni ’80 è “Non Sono Una Signora”, tanto da essere inserita tra i numeri uno della musica italiana. Ma la sua carriera non la vede protagonista solo nell’ambito musicale, ma anche in quello cinematografico, teatrale e televisivo. Nel 1975 esce uno dei suoi più grandi successi discografici, “Sei Bellissima” che rivela pienamente la sua capacità vocale. La Bertè si apre anche ad altri stili musicali come il Funky ed il Rap, pubblicando molti lavori internazionali tra New York, Londra e Rio de Janeiro. Nonostante le forti polemiche sulla sua eccentricità, sui suoi eccessi e sulla sua vita privata, riesce a tornare alla ribalta grazie alla televisione che la vede protagonista di molti programmi musicali.      Per lei hanno scritto alcuni del cantautori italiani più prestigiosi: Pino Daniele, Edoardo Bennato, Gianna Nannini, Luciano Ligabue, Renato Zero.