La cantautrice palermitana Aurora D’Amico inizia una campagna di Crowdfunding per per la realizzazione del video di “Oceans Between Us”

Da pochissime ore è online una campagna di musicraiser per sostenere la realizzazione del videoclip del primo singolo della giovanissima cantautrice palermitana Aurora D’Amico dal titolo Oceans Between Us. In cambio della partecipazione del pubblico a questa campagna di crowdfunding, Aurora ha pensato ad una serie di interessanti ricompense: gadget esclusivi (shopping bag, t-shirt, adesivi, quaderni), i fogli originali del suo diario, una lezione di cantautorato (a Palermo o su Skype), un invito esclusivo negli studi di Indigo per ascoltare in anteprima il disco insieme a lei e agli altri musicisti, concerti in acustico e in elettrico, una comparsa nel futuro videoclip oltre alle copie in formato CD del suo album autografato.

La canzone Oceans Between Us di Aurora D’Amico parla di due persone una volta vicine e adesso separate da una distanza grande quanto un oceano. Una distanza creata da quelle onde di emozioni che possono esistere all’interno di una relazione: sentimenti che vanno e che vengono, frasi non dette ma percepite, passi in avanti e passi indietro.

Il percorso musicale di Aurora D’Amico ha avuto inizio molto presto: da piccolissima ha iniziato a studiare composizione classica al conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo, sognando di diventare una compositrice di colonne sonore, per poi scoprire che alla passione per la musica sentiva il bisogno di abbinare la trasparenza delle parole, cantare così le sue storie accompagnata dalla chitarra acustica. Nel 2014 ha vinto una borsa di studio al Berklee College Online e da lì è stato amore senza fine per il cantautorato. Torna in Italia nel 2015 dopo essersi esibita al Bluebird Cafe di Nashville (Tennessee, USA) e in seguito a numerosi festival ed eventi organizzati in Sicilia, nell’aprile del 2016, esce il suo primo EP intitolato “Barefoot”, registrato e prodotto in Inghilterra da Nathan Mackenzie. “So Many Things” è il titolo sotto cui si racchiudono gli undici brani del suo primo LP, registrato dalla 800A Records tra il Febbraio e l’Agosto del 2017 negli studi Indigo di Palermo. “Tutte le canzoni sono nate con la penna in una mano e la chitarra nell’altra, sotto l’influenza di grandi cantautori del mondo della musica folk americana. Quelle stesse canzoni oggi vedono la luce attraverso strumenti acustici misti a numerosi suoni contemporanei, che hanno regalato alle mie storie nuovi colori e atmosfere inaspettate. Il disco parla di passato, presente e futuro; di ricordi, dubbi e speranze. Così tante cose che si muovono a velocità diverse, ma che caratterizzano la vita di ognuno di noi allo stesso modo. Cose che non siamo in grado di dirci faccia a faccia, cose che speriamo di diventare un giorno e cose che non riusciamo più a tenerci dentro”.