NEWS

inside out

Inside Out – Restiamo Umani, tanti artisti in concerto a Palermo per dire sì all’ integrazione

Inside Out “Palermo – Restiamo Umani”, è un  progetto di arte partecipativa organizzato da ArtsFor , che insieme all’ artista francese “JR”, creatore del format originale, ha dato il via al progetto in Italia, portandolo in giro per le piazze e le strade di ben tredici Comuni dello stivale, da Milano a Napoli fino a Palermo, dove arriva per l’edizione più grande mai realizzata in tutto il mondo.

Oltre quattromila ritratti fotografici, in formato 100x140cm, esposti su un’area di cinquemila mq di superficie, per lanciare “mettendoci la faccia”, un messaggio chiaro e condiviso su un tema più che mai attuale: l’integrazione. Fortemente voluto dalla Fondazione Federico II, e  dall’ Assemblea Regionale Siciliana, in collaborazione con il Dipartimento Regionale dei Beni Culturali, dell’Assemblea Regionale Siciliana e di Sky Arte, giovedì 11 ottobre Inside Out invaderà la città, trasformando la Piazza del Parlamento e il Palazzo Reale nella quinta di una gigantesca opera d’arte collettiva: migliaia di facce per difendere la volontà di “restare umani”.

Un racconto per immagini dell’Italia dei diritti e della rigenerazione culturale, in un momento di estrema emergenza, in una città che diventa sempre più punto di riferimento per l’integrazione e l’accoglienza.   Si alterneranno, a piazza del Parlamento dalle ore 19,30, proprio su una delle terrazze di Palazzo Reale, artisti come Mario Venuti, Lello Analfino, Salvo Piparo, Doudou group, Eleonora Tomasino, Giorgia Meli, Egle Mazzamuto, Fabio Greco, Serena Cosentino, Sanam Ighani, Francesco Pusateri, Jerusa Barros, Othelloman, Secco Jones, Peppe Qbeta, Due t, Quattro, Giovanni Mattaliano, Simona Trentacoste, Puredata, Go-dratta, Manfredi Clemente. Interpreti, in occasione di questa installazione di arte pubblica partecipativa, di un messaggio d’integrazione: Restiamo umani.

“Il Palazzo Reale – afferma il Presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè – ha rappresentato nei secoli punto di incontro di popoli, linguaggi, culture. Oggi il Palazzo, per molti il più bello al mondo, è il luogo in cui celebriamo l’integrazione con un’istallazione e un concerto unico che vede il sostegno autentico e amorevole di artisti di fama nazionale e di diverse culture. La razza invece è una sola. L’Assemblea regionale siciliana e la Fondazione Federico II sostengono questo messaggio attraverso l’arte, la musica e la bellezza. Dal balcone del Palazzo si esibiranno a braccetto artisti italiani e africani”.

A spiegare, poi, la ragione per la quale sia stato scelto come luogo dell’installazione Palazzo Reale e Piazza del Parlamento è proprio il Direttore Generale della Fondazione Federico II, Patrizia Monterosso. “Non è un caso che il progetto Inside Out si realizzi qui a piazza del Parlamento dinanzi Palazzo Reale. Luogo dove il sincretismo culturale, artistico e antropologico regna da secoli. La Cappella Palatina rappresenta, infatti, uno dei più significativi esempi di sincretismo. E rifacendoci all’etimologia della stessa parola Sin-cretismo come unione dei cretesi, sempre pronti a litigare tra di loro e con il nemico esterno, il luogo ideale per un progetto artistico sull’ accoglienza e sull’ integrazione non poteva avere sede migliore di quella di Palazzo Reale.