NEWS

Successo per “Incontri d’amore” al Milo Fest, parla Emanuele Rinella

Ovazioni, sicilianità e artisti di fama nazionale. Questi gli ingredienti per la perfetta riuscita della ricetta dell’evento “Incontri d’amore”, sotto la direzione artistica del grande maestro, Franco Battiato, in occasione del Milo Fest 2016.

Ad alternarsi sul palco sono stati Emma Marrone, Roberto Cacciapaglia, Giovanni Caccamo, Mario Venuti e Mario Incudine che con la sua band ha reso ancora più bollenti le già calde serate di Milo. Sula palco erano presenti  Emanuele Rinella (batteria), Pino Ricosta (basso), Antonio Vasta (fisarmonica e zampogna) e Antonio Putzu (sax, clarinetto e fiati etnici).

A scatenare ancora di più la platea dell’Anfiteatro Lucio Dalla è stata anche la batteria di Emanuele Rinella. Puro fuoco dalle sue bacchette: “C’era tanta gente – racconta l’artista – Un pubblico affettuoso che ci ha riempito di ovazioni. I brani che abbiamo eseguito sono stati: “Italia Talìa”, “Li Culura”, “Lu trenu di lu suli”, “Vuccuzza di ciuri” (bocca di rosa), “Stranizza d’amuri” e “Tammurriata d’amuri”. In particolar modo, Franco Battiato ha molto apprezzato il nostro rifacimento della nota canzone di De Andrè”.

Un applauso dietro l’altro che ha raggiunto il culmine quando la band ha intonato “Lu trenu di lu suli”, il brano composto in ricordo della strage di Marcinelle. I video delle dirette e le foto delle performance sono diventate virali in rete. “Oltre all’emozione di ritrovarsi a contatto con artisti di stampo nazionale prosegue Rinella –  è stata una sensazione unica suonare nell’Anfiteatro dedicato al grande Lucio Dalla. Il posto era magico e, dietro le quinte, abbiamo detto che era come se l’anima di Lucio fosse lì”.

Tra il  pubblico era presente anche Nick The Nightfly di Radio Montecarlo, che ha apprezzato così tanto l’esibizione della band da essersi recato nei camerini per complimentarsi e conoscerla meglio. “Ritengo che sia necessario ringraziare anche Angelo Privitera, musicista fidato di Franco Battiato, una persona splendida e disponibile che ci ha sempre sostenuto e stimato”.

Emanuele Rinella è da anni attivo come batterista professionista sulla scena musicale siciliana e italiana. E’ stato allievo di  Sebastiano Alioto, Francesco Virgilio, Giampaolo Terranova e Toti Denaro e, dall’ottobre 2006 ad oggi, ha perfezionato i suoi studi presso la scuola “CAMBIOMUSICA” di Brescia sotto la guida dei Maestri Antonio e Alfredo Golino.

Batterista di impostazione rock, Rinella ama spaziare tra i generi musicali più diversi e le sue collaborazioni con vari artisti di fama nazionale spaziano dall’etno-rock alla musica popolare, dalla dance al jazz, dal blues alla musica sperimentale. Da due anni è il responsabile e conduttore del Laboratorio musicale “Centro Anch’io” di batteria e percussioni per ragazzi “a rischio sociale” e per ragazzi diversamente abili presso l’Associazione onlus “Apriti Cuore”, Caritas di Palermo.

Un curriculum invidiale per un artista eclettico, coinvolgente e dal quale potere imparare l’arte della batteria.