NEWS

“IL TEMPO RESTERA’ ” IL DOCU-FILM DEDICATO A PINO DANIELE

[su_frame] [/su_frame]Il 19 marzo al Teatro San Cataldo di Napoli verrà proiettato il primo docu-film dedicato alla vita del cantautore e musicista napoletano Pino Daniele, scomparso due anni fa stroncato da un infarto a seguito di una serie di problemi cardiaci.“Il tempo resterà”, questo il titolo, verrà proiettato successivamente all’ anteprima, nelle sale italiane il 20,21 e 22 marzo.

Sarà un viaggio attraverso la storia musicale del grande artista; moltissimo il materiale inedito e tanti i retroscena sull’indimenticabile cantante, non mancheranno i racconti degli amici e colleghi che negli anni lo hanno affiancato durante la sua scalata al successo.Il documentario sarà ricco di una straordinaria serie di immagini, molte delle quali mai mostrate finora, selezionate dal regista Giorgio Verdelli con la consulenza di Alessandro, figlio di Pino, che negli ultimi 15 anni è stato stretto collaboratore artistico del padre.L’incarico di voce narrante è stato dato a Claudio Amendola, fan di Pino, che ha sottolineato come sia stata la sua forza a dar vita ad un sound inedito in Italia e ad una band leggendaria che riuscì a salvare il rock italiano alla fine dei nostri caotici anni settanta.La band composta da Pino, Tony Esposito, Tullio de Piscopo, James Senese, Joe Amoroso e Rino Zurzolo fu costituita in un periodo in cui la musica dal vivo era quasi una chimera per chi a casa voleva tornare sano e salvo.    Fu così che i 6 allora ragazzi si dedicarono anema e core a tournée infinite su e giù per l’Italia portando per la prima volta da noi la filosofia on the road del rock.Riuscirono a far comprendere alla gente che la musica non era solo musica in quanto tale, ma era soprattutto una condizione dello spirito e del corpo, derivata da tutto quello che l’ha sfogata: la ragione, le radici, il contesto.Dal lavoro minuzioso e attento del regista Verdelli emergono incontri e vita di un uomo unico, artista apprezzato a livello internazionale, che è sempre rimasto legato in un rapporto intimo e profondo alla sua città natale Napoli, che della musica ha fatto poesia, riuscendo a comunicare, con un linguaggio aperto a tutti, la sua idea di musica in movimento perenne.Il film è stato riconosciuto come di interesse culturale nazionale e indicato come Progetto Speciale dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, e sarà presentato proprio nel giorno del compleanno di Pino Daniele che avrebbe compiuto 62 anni.

[su_frame align=”center”][adrotate banner=”1″] – [adrotate banner=”2″][/su_frame]