NEWS

Il pluripremiato organettista Simone Bottasso in concerto a Palermo

Questa sera, domenica 24 settembre, l’organettista Simone Bottasso terrà a Palermo un concerto balfolk a partire dalle ore 21.30 presso i Cantieri Culturali alla Zisa. Il musicista, compositore, direttore ed arrangiatore Bottasso porterà sul palco le sue composizioni ed il suo repertorio legato alla tradizione occitana e francese per una performance innovativa e sorprendente in cui, a tratti, sembrerà di assistere ad uno show jazz.

Simone Bottasso partecipa a numerosi stages e masterclass con alcuni tra i più grandi organettisti internazionali e si classifica, nel 2001, in prima posizione ai concorsi di organetto di Occitanica (2001) a Torino e alla “Fete de l’Accordeon” in Morvan (Francia). Parallelamente allo studio dell’organetto, si diploma in flauto traverso nel 2011 presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Dal 2008 frequenta la laurea triennale in Jazz al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino studiando l’improvvisazione, arrangiamento e composizione con Furio Di Castri, Giampaolo Casati, Emanuele Cisi e Dado Moroni. Come musicista e compositore collabora con i gruppi Duo Bottasso, Abnoba, Triotonico, Folk Messengers e Stygiens, con i quali è ospite di numerosi festival internazionali tra cui Festival Printemps des Arts (Montecarlo), il Festival International de Luthiers et Maitres Sonneurs di Saint Chartier in Francia, Olimpiadi Invernali di Torino 2006, Terra Madre (2010), Torino Settembre Musica e MITO, European Jazz Expo a Cagliari, Folkest, Festival Interceltique de Lorient, Festival de Cournouaille di Quimper, Sentieri Acustici di Pistoia, Trad It in Olanda, Sidmouth Folk Festival. Ha collaborato con Paolo Fresu ed il Quartetto Alborada arrangiando per tromba e quartetto d’archi alcuni brani del repertorio di Abnoba; nel 2012 e nel 2013 Riccardo Tesi gli affida la creazione originale del festival Sentieri Acustici di Pistoia in cui dirige l’orchestra del festival su propri arrangiamenti per orchestra di musiche tradizionali della montagna pistoiese. Dal 2015 è membro del progetto “Samurai”, quintetto europeo di organetti con Kepa Junkera, Riccardo Tesi, Dave Munnelly e Markku Lepistu. Nel 2016 vince il premio “Miglior compositore under 30” al concorso pianistico Giovannini con la sua composizione per trio “Sarvan” e nel 2017 vince il 1° ed il 3° premio al Concorso Bruno Serri di composizione per fisarmonica con i brani “Monkerrina” e “Magicicada”, composti per il Duo Bottasso.