NEWS

IL PERCUSSIONISTA DAVIDE CAMPISI TRA GLI OSPITI DI URSINO BUSKERS 2017 A CATANIA

PER IL QUARTO ANNO CONSECUTIVO A CATANIA STA PER PRENDERE FORMA L’URSINO BUSKERS 2017, IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE ARTI DI STRADA, DARà IL VIA QUESTA SERA, VENERDì 15 SETTEMBRE, ALLA SUA QUARTA EDIZIONE. PER TUTTO IL WEEKEND LE STRADE DEL QUARTIERE DEL CASTELLO URSINO DI CATANIA SI RIEMPIRANNO DI MUSICANTI, TEATRANTI, GIOCOLIERI E CIRCENSI, VENUTI DA TERRE LONTANE E VICINE PER DAR VITA A SPETTACOLI EMOZIONANTI ED ESILARANTI. TRA GLI OSPITI DELLA SEZIONE MUSICA SPICCA IL NOME DEL PERCUSSIONISTA CATANESE DAVIDE CAMPISI CHE, PER L’OCCASIONE, ESEGUIRà IL SUO PROGETTO BADR-LUNA PIENA E SARÀ ACCOMPAGNATO DA ANDREA ENSABELLA (ALLE CHITARRE) E FABIO LEONE (AL BASSO).

In occasione di un Festival così particolare, dedicato alle arti di strada e alle antiche tradizioni, Davide Campisi proporrà un concerto in cui faranno da padrone gli strumenti ritmici del sud Italia: i tamburi a cornice. Inserire in programma il progetto di Davide Campisi dal titolo BADR vuol dire trovare il perfetto esempio della sperimentazione di forme sonore e tecniche espressive nuove, contemporanee, ma è anche un ritorno alle origini, una ricerca sui ritmi ancestrali del cuore isolano, che mette in rilievo l’etnicità del suono, per un percorso nel racconto del popoli del bacino del Mediterraneo e di tutti i Sud del mondo. La ricerca sonora procede nella dimensione siciliana che si mette in cammino per un dialogo interetnico tra le culture. Nella definizione di camminante, musicante di strada, pellegrino, porta avanti la diffusione delle musiche popolari che cantano il ciclo della nascita della vita e delle stagioni, seguendo la tradizione dei canti sacri, dei cunti, delle ninnananne, delle serenate.

Davide Campisi ha collaborato con musicisti riconosciuti nel campo della musica popolare come il percussionista tunisino Brahim Bahloul, in occasione del “Sauver et savoir du Sud a Tunisi, Alfio Antico al Teatro Greco di Taormina, gli Asteriskos, Massimo La Guardia, Rita Botto. Nell’ambito del Contest 1Mnext del Concerto del Primo Maggio 2016, è arrivato in finale classificandosi quinto su 1000 candidati. Adesso è finalista del Premio Andrea Parodi 2017. Ha firmato con il suo ultimo lavoro discografico il contratto con la casa discografica CNI Unite, intitolato DEMOCRATICA, che uscirà il prossimo ottobre 2017.