NEWS

Gli Utveggi presentano a Palermo Kings of Konbini, il documentario realizzato da Alessandro Mariscalco durante il loro tour giapponese.

Gli Utveggi hanno presentato nella loro Palermo la proiezione della première del documentario Kings of Konbini mercoledì 20 dicembre alle ore 20:30 al cinema palermitano Rouge et Noir. Kings of Konbini racconta attraverso la regia di Alessandro Mariscalco i 15 giorni di tournée in Giappone vissuti dal gruppo. Dopo la proiezione la band ha deliziato il pubblico con un mini live.

Alla fine del 2015 i palermitani Utveggi intraprendono la loro prima traversata trans-oceanica: un tour di otto concerti tra Tokyo e Kawasaki, con tappe in club nipponici come l’Hot Shot di Okubo, il Ruby Room di Shibuya e il The Quarter House di Akasaka. Cosa spinge una piccola band di quasi trentenni ad organizzare, grazie al supporto di un’agenzia di booking ma per propria iniziativa e senza alcuna garanzia di successo, una tournée dall’altra parte del mondo? Kings of Konbini racconta quei 15 giorni, esplorando le radici che hanno portato alla nascita del gruppo, le sue influenze musicali e culturali e il legame con il Sol Levante.

Il documentario, firmato da Alessandro Mariscalco, ci accompagna nel mondo di una band indipendente alle prese con il suo primo tour internazionale. Dagli incontri-scontri con la metropoli, i suoi colori, rumori e odori, agli approcci con una realtà musicale letteralmente agli antipodi, Valerio Mirone (voce), Giuseppe Montalbano (batteria), Simone Giuffrida (chitarra), Bruno Pitruzzella(chitarra) e Luca La Russa (basso) ripercorreranno le loro storie personali, l’amicizia che li lega e l’impatto che un’impresa del genere può avere sul loro futuro. I “konbini”, da cui il film trae il titolo, piccoli negozi aperti 24 ore su 24 e provvisti di ogni genere di articolo edibile e non, diventano così quotidiano e obbligatorio pit stop dei cinque amici palermitani che, tra un concerto e l’altro, snocciolando canzoni in italiano, siciliano e (per l’appunto) giapponese, affrontano il pubblico, lo stile di vita e le mille sfaccettature della scena musicale nipponica.