NEWS

Giovanni Sollima al Real Teatro Santa Cecilia con Barock Cello

In occasione della kermesse In September, mercoledì 20 settembre alle ore 21.15, l’artista Giovanni Sollima sarà protagonista di un concerto per violoncello al Real Teatro Santa Cecilia di Palermo. Lo spettacolo dal titolo “Barock Cello”, è stato pensato da Sollima come percorso che a più tappe riprende la storia della musica dal barocco fino a Hendrix, i Nirvana e a Sollima stesso, in un viaggio alla ricerca delle antichissime origini del rock.

Giovanni Sollima è impegnato da ormai quattro anni insieme al compositore-violoncellista Enrico Melozzi nel progetto dei 100 violoncelli. Durante i suoi concerti, l’artista palermitano ama proporre in rassegna capolavori del repertorio Barocco – dal Concerto Brandeburghese di Bach fino al Concerto RV 531 per due Violoncelli di Vivaldi – per arrivare fino alle composizioni personali, come il suo “classico” di maggior successo: “Violoncelles, Vibrez!”. Infatti, parallelamente all’attività di solista, la sua curiosità creativa lo ha spinto ad esplorare nuove frontiere nel campo della composizione, attraverso contaminazioni fra generi diversi: rock, jazz, electronic, minimalismo anglosassone e musica etnica di tutta l’area mediterranea, sulla base di una profonda preparazione classica, sono la formula dello stile inconfondibile di Sollima.

Nelle sue creazioni Sollima si avvale dell’utilizzo di strumenti acustici occidentali e orientali, di strumenti elettrici ed elettronici, affiancandone altri di sua invenzione, come l’Aquilarco e altri realizzati appositamente per lui come: il violino tenore, presente nei quadri di Caravaggio e fedelmente ricostruito dal liutaio Walter Cangialosi, l’Ice-Cello di Tim Linhart che nell’inverno del 2007 ha suonato a 3.200 metri di altitudine in un teatro-igloo costruito sul ghiacciaio della Val Senales, il D-Touch di Enrico Costanza del Politecnico di Losanna (una sorta di sequencer di legno, inserito nell’organico orchestrale del brano Passiuni, diretto nel 2008 da Riccardo Muti al Ravenna Festival), mentre nel 2013 al Teatro Valle di Roma e nel 2014 alla Triennale di Milano, Sollima si è cimentato con un violoncello di fieno opera della scultrice Julia Artico.