NEWS

Germano Seggio in concerto con il suo Trio al Teatro degli Archi di Palermo

Germano Seggio, chitarrista, compositore e arrangiatore siciliano che, per molti anni si è dedicato alla band siciliana IKalvi, sarà in concerto questa sera, sabato 11 marzo, al Teatro degli Archi di Palermo con il suo Trio 2017. Durante l’esibizione verranno eseguiti dal musicista i brani che compongono i suoi dischi da solista “Back to life” e “Life Box”. Special guest dell’evento la band IKalvi e Alessandra Ponente.

Il Germano Seggio Trio 2017, in scena questa sera a Palermo, è composto da: Germano Seggio alla chitarra, Vito di Pietra al drum e Giancarlo Marino al basso.  Insieme ai Kalvi, band che parteciperà alla serata, Seggio ha raggiunto molti traguardi e grandi soddisfazioni artistiche.

L’artista siciliano è stato, nel 2014, vincitore del premio come miglior chitarrista all’European Music Fest. Ha suonato e collaborato con Paolo Belli, Paola Folli, Ricky Portera, Sarah Jane Morris, Antonio Forcione, Carl Verheyen, Mike Stern, Schott Henderson, Andrea Braido. Ha ottenuto due dischi Guitar Oriented a suo nome “Back to Life” e “Life Box” e uno con il disco de iKalvi “Music 4 Highways”. Attualmente dirige e insegna chitarra moderna per il Music Academy Palermo network didattico di livello Europeo.

Uno dei progetti artistici su cui Germano ha investito di più è il Power Trio. Suo forte desiderio, infatti, è quello di affiancare alla band un percorso parallelo che gli permetta di ritornare, appunto, al su vecchio amore nella forma artistica del trio musicale. Così, con il suo “GS Trio 2017” (formato da due pilastri della scena Rock Siciliana: il granitico batterista Vito di Pietra ed il raffinato e poliedrico bassista Giancarlo Marino), ha iniziato un percorso concertistico per presentare ai suoi fan una selezione di brani dei suoi precedenti dischi da solista come: “Back To Life” e “Life Box”. Durante i suoi concerti in trio percorrerà la sua storia chitarristica reinterpretando i grandi classici che hanno fatto scoccare in lui l’amore per le sei corde dello strumento e hanno formato il suo animo artistico.

[su_frame align=”center”][adrotate banner=”1″] – [adrotate banner=”2″][/su_frame]