FREQUENZE RETRO' NEWS

I Frequenze Retrò lanciano il videoclip del brano “L’uomo dei sogni”

Da appena 24 ore il quartetto acustico a corde palermitano Frequenze Retrò ha lanciato sulle piattaforme digitali il videoclip del brano “L’uomo dei sogni”. Si tratta del primo singolo estratto tra i dieci inediti che compongono il loro album d’esordio “Nel cilindro di un mago”. Il videoclip, in cui si gioca con i colori, gli sfondi dell’ambientazione e i piani visivi, è stato girato da Ruben Monterosso e Federico Savonitto utilizzando la tecnica del “green screen” per significare la realizzazione di infiniti mondi possibili.

L’uomo dei sogni, scritto dalla voce del gruppo Valeria Graziani, è definito dalla band un brano “sulla reminiscenza in un senso strettamente filosofico. Più precisamente si rifà al concetto platonico della reminiscenza. Troviamo estremamente plausibile la teoria di Platone secondo cui riconosci perché pre-conosci. Parla di reincarnazione, di infinite vite possibili. Sono concetti importanti che abbiamo cercato di veicolare con estrema leggerezza”. Per i due registi del videoclip l’aspetto tecnico più interessante nel lavoro di realizzazione è stato il confronto con il “green screen” che ha permesso loro, in un momento storico di super produzione di immagini, di sintetizzare nelle forme basilari di ciò che tutti chiamiamo realtà. Lo stile dei Frequenze Retró affonda le radici nel jazz manouche, ma sin da subito emerge la voglia di ricercare e sperimentare nuove soluzioni sostituendo il violino con la voce, in un genere, il manouche, che nasce all’inizio del XX secolo in modo esclusivamente strumentale. Il quartetto è formato da: Valeria Graziani (voce), Salvo Agate (chitarra petite bouche), Maurizio Crivello (chitarra grande bouche) e Luca De Lorenzo (contrabbasso).

Il loro album d’esordio “Nel cilindro di un mago”, autoprodotto, è composto dalle seguenti dieci tracce: Chaise Longue; L’uomo dei sogni; Les toi; Boudoir; Il paese del sol; Ballarò; Il gioco delle parti; Luna Park; La begonia della zia Lucia; Quattro stracci. Testi e musiche sono di Valeria Graziani eccetto “Chaise Longue” (scritta con Salvatore Agate), “Les Toi” di Salvatore Agate e Soraya Lamrous e “Ballarò” di Salvatore Agate. Hanno collaborato al disco: Sergio Calì (batteria e vibrafono), Roberto Gervasi(fisarmonica), Nicola Giammarinaro (clarinetto) e Rares Morarescu (violino).