Chi è Ernesto Marciante, multiforme artista siracusano

Cantautore, pianista, tenore dei “SeiOttavi”, voce solista dei “The Gruvers”. Questo e molto altro è l’artista venticinquenne e siracusano Ernesto Marciante, tanto versatile quanto amato dal pubblico.

Ernesto Marciante nasce a Siracusa il 16 Giugno 1991 e coltiva la passione per la musica, per il canto in particolare, fin dall’infanzia. Un legame artistico trasmesso dall’influenza dei genitori e della madre, soprattutto. È proprio con e grazie alla mamma che Ernesto, compiuti i dieci anni di età, inizia un percorso di studi musicali in un coro polifonico. La formazione ebbe una durata di sei anni ma gli lasciò un’eredità tecnica e una maturità personale senza confini temporali. All’età di quindici anni comincia un periodo di due anni di studio nel campo della lirica con Giovanna Collica; successivamente inizia a dedicarsi alla musica leggera e cantautorale fino ad approdare al jazz con il Maestro Antonio Canino. Ed è proprio in Canto Jazz che Ernesto ottiene la laurea triennale.

Accompagna i suoi studi ed accresce la sua arte influenzato dai grandi strumentisti della storia, soprattutto musica orchestrale e strumentale: “Amo Corea, Uematsu, Morricone, Chopin, Bill Evans. Per quanto riguarda il canto, metto senza dubbio al primo posto Jamie Cullum insieme ai grandi crooner Frank Sinatra, Nat King Cole e Tony Bennet”. Insomma, gusti ed influenze musicali che rispecchiano perfettamente l’animo raffinato e la ricercatezza dello stile del giovane Ernesto.

Crescendo e divenendo un nome nella musica, Ernesto ha avuto la fortuna di collaborare con molti artisti che hanno impreziosito la sua formazione e il suo bagaglio artistico. Piccoli tasselli della sua professionalità sono stati creati dalle collaborazioni con Simona Molinari, Noa, Francesco Buzzurro, Giuseppe Milici, Frank Vignola e, ovviamente, i ragazzi dei SeiOttavi e dei The Gruvers con cui collabora rispettivamente nelle vesti di tenore e voce solista.

Il suo talento è stato riconosciuto dal pubblico che lo segue con fermezza ma anche con ufficialità attraverso diverse premiazioni e traguardi raggiunti. Elencandone soltanto alcuni la lista è comunque molto lunga: nel 2009 collabora con il produttore siciliano Alfredo Lo Faro e l’Orchestra Made in Sicily da egli fondata; il 9 Gennaio 2010 vince il talent show “Domani Festival”, trasmesso dall’emittente regionale “Antenna Sicilia”; si afferma “Rivelazione dell’anno” all'”XI Festival della canzone siciliana”; nel 2011 è voce solista dell’Orchestra Jazz Siciliana e dell’Orchestra Made in Sicily e nello stesso anno apre diversi concerti del tour estivo di Antonella Ruggiero e il 27 Dicembre 2013, in formazione corale, affianca Noa in occasione di un concerto al Teatro Massimo di Palermo, eseguendo due brani interamente a cappella. Proprio mentre nel 2011 Ernesto era voce dell’Orchestra Jazz Siciliana, in occasione di un concerto al Blue Brass di Palermo, il Direttore dell’Orchestra gli chiese di realizzare un solo vocale. Sarebbe stata per Ernesto la prima volta, ma non andò affatto bene: “Fu un vero e proprio disastro- ricorda Ernesto-. Ma da quel giorno mi impegnai per migliorare nell’improvvisazione e studiai forsennatamente la tecnica dello scat.”.

Oggi Ernesto è impegnato quasi esclusivamente con i SeiOttavi e i The Gruvers. Con i SeiOttavi sta lavorando ad un progetto natalizio e un altro legato al Teatro Massimo di Palermo, mentre con i The Gruvers sta realizzando il primo album di brani inediti. In qualità di solista ha in serbo un progetto piano-voce intitolato “La musica racconta”. Si tratta di un lavoro molto intimo, interiorizzato, profondamente emotivo in cui Ernesto ripercorre la storia dei brani proposti raccontando, durante lo spettacolo, gli aneddoti legati al loro concepimento.

Elena D’Angelo

Attachment