NEWS

Dalla Sicilia al Lazio con “La Trinacria è femmina”, lo spettacolo di Lorena Vetro e Ilenia Costanza

Dal 23 al 26 febbraio e dal 3 al 5 marzo il Teatro Ambra alla Garbatella di Roma ospiterà lo spettacolo “La Trinacria è femmina”. Interpretato dalla profondità del canto e dei racconti di Lorena Vetro e Ilenia Costanza, lo spettacolo sarà una narrazione in musica delle leggende, delle storie e dei peccati della Sicilia, madre terra tanto amata dalle due artiste. “La Trinacria è femmina” farà godere la Capitale dell’essenza della nostra Isola.

Scritto e diretto da Ilenia Costanza, lo spettacolo “La Trinacria è femmina” è una divertente e poetica pièce teatrale con orchestra in cui si racconta la Sicilia. Di tale ricca e contraddittoria terra si discuterà attraverso i racconti del suo mare e della sua mafia, dei suoi eroi e del suo cibo, dei suoi poeti e cantastorie partendo dal grammaticale femminile singolare delle parole che la descrivono. Così nasce il filo conduttore della messa in scena di Vetro e Costanza: “Siccità è femmina… Santa Rosalia a Palermo e Sant’Agata a Catania sono femmine. Ma anche la vigna, la mandorla e l’arancia. E il pistacchio. Sì, perché da noi il pistacchio si chiama ‘a fastuca! E diventa femmina… come la bellezza!”. Buttitta, Pirandello, Sciascia, Verga, Rosa Balistreri, Otello Profazio, Nonò Salamone, Domenico Modugno: questi sono solo alcuni dei nomi dai quali le interpreti trarranno ispirazione per il loro racconto. “La Leggenda di Colapesce”, “Ciàula scopre la Luna”, “Amara Terra mia”, “la Fuitina”, “Qua si campa d’aria” fino al tripudio del pubblico che si commuove e ride. E si sazia anche, perché queste otto donne svelano ricette e origine di una cucina povera di materia prima e ricca di sapore; il sapore di quella primordiale ricchezza che è l’amore.