NEWS

“A casa tutto bene”, Brunori Sas presenta a Catania il nuovo album

Prosegue “A casa tutto bene tour” del cantautore Brunori Sas e questa sera l’appuntamento è con i fan catanesi sul palco del Ma alle ore 22.00. Realizzato a tre anni di distanza da “Vol.3 – Il cammino di Santiago in taxi”, che lo ha consacrato come uno dei migliori narratori della sua generazione, “A casa tutto bene” è un progetto musicale più maturo, più complesso e più stratificato rispetto ai tre album che lo precedono e stasera Brunori lo presenterà ai suoi fan con la verve, l’energia e la creatività che lo rendono un artista unico e fuori dagli schemi.

Attraverso i suoi primi tre progetti discografici Brunori Sas ha saputo dimostrare di essere un cantautore capace di creare racconti autentici e ricchi di tradizione. Il quarto e nuovo album di inediti “A casa tutto bene” conferma l’eccezionalità dell’artista consacrandolo uno tra i migliori narratori della sua generazione. Il mood dell’album risente certamente dell’influsso più ancestrale e sanguigno dei ritmi della sua terra, la Calabria. Largo, quindi, alla mandole del ‘700 mischiate ai sintetizzatori e alle tessiture orchestrali che si fondono con i loop e le drum machine. “Scrivere eleganti ballate sentimentali o ironici ritratti popolari, in questo momento storico, mi sembrava troppo comodo e forse poco onesto”. Così Brunori Sas, vincitore del Premio Ciampi 2009 come miglior disco d’esordio, del premio KeepOn come miglior personaggio live della stagione 2009 e della Targa Tenco 2010 come miglior esordiente, commenta “A casa tutto bene”. Il risultato dell’album è un quadro sonoro di grande coralità, in costante equilibrio tra due mondi apparentemente vicini ma molto lontani: la tratta aerea Lamezia-Milano. Le narrazioni, che rispetto al passato attenuano il piglio ironico e i filtri poetici, sono spesso in forma di dialogo o composte da espressioni prese in prestito dalla rabbia omofoba dei social, dai locali dei Navigli o dai pub della provincia, dai tassisti romani, dalle vecchiette in sala d’attesa o dalle discussioni alle cene coi parenti. I temi ricorrenti sono quelli dello spaesamento della generazione di mezzo, oggi drammaticamente sprovvista di riferimenti valoriali. Le tracce dell’album, piene di domande e stimoli di riflessione, hanno a che fare con la necessità di affrontare le paure quotidiane e con la naturale e pericolosa tendenza dell’uomo contemporaneo a cercare riparo nella comfort zone casalinga, che spesso gli fa ignorare quello che accade fuori.

[su_frame align=”center”][adrotate banner=”1″] – [adrotate banner=”2″][/su_frame]