NEWS

BENGALA è il nuovo disco di inediti di LORENZO FRAGOLA

Il nuovo album di inediti del cantautore siciliano LORENZO FRAGOLA è finalmente uscito: BENGALA contiene 10 tracce e si apre con il primo singolo, Battaglia Navale, e si chiude con il brano che presta il titolo all’intero disco, Bengala. Un disco autobiografico con cui Lorenzo, dopo un periodo di pausa, vuole mostrarsi realmente per quel che è.

I brani che ritroviamo in Bengala sono stati scritti tutti dal cantautore siciliano – alcuni dei quali in collaborazione con altri autori – ma Lorenzo Fragola ci tiene a sottolineare il suo grande impegno nel rilascio di questo disco in cui si rispecchia a pieno.

Bengala è un disco eterogeneo, frutto di oltre un anno di lavoro in studio, in cui Lorenzo si mette a nudo, pronto a raccontarsi intimamente, senza maschere.

Hanno collaborato alla realizzazione di questo lavoro discografico: Mecna e di MACE  in Cemento, mentre Gazzelle ha lavorato e duettato con Lorenzo in SuperMartina, una canzone frizzante, perfetta per il periodo estivo.

In Bengala Fragola affronta le fasi della sua maturazione e i cambiamenti che lo hanno portato a prendere coscienza di sé. Questo ha significato affrontare le peggiori paure accumulate anche a causa dell’inesperienza del post-X Factor. E così si racconta:

“Lavorare su BENGALA è stato a tutti gli effetti un lungo percorso alla ricerca di me stesso, durante il quale ho scoperto tanti nuovi amici, ne ho persi altri, ho rischiato, ho sbagliato, mi sono sempre messo alla prova e alla fine ho ricevuto tanto amore, che sicuramente ha portato a una mia crescita…in tutti i sensi”.

I produttori del disco sono: Federico Nardelli (Lontanissimo, SuperMartina, Vediamo Che Succede, Miami Beach, Imbranati, Bengala), MACE (producer di Battaglia Navale, Cemento), SRNO (Echo) e Fausto Cogliati (Amsterdam).

Qui sotto vi postiamo il video del Title track,  “Bengala”, definita “una luce nell’oscurità”, è una vera e propria dedica di Lorenzo alla sua città, Catania: il cantante l’ha scritta pensando a tutti i catanesi che, spesso, non la riescono ad apprezzare.