FREQUENZE RETRÓ

FREQUENZE RETRÓ
Biography

I Frequenze Retró sono un quartetto acustico a corde che nasce nel 2007 a Palermo.

Valeria Graziani Voce, compositrice ed autrice

Salvo Agate Chitarra Petite Bouche e compositore

Maurizio Crivello Chitarra Grande Bouche

Luca De Lorenzo Contrabbasso e basso elettrico

Il loro stile affonda le radici nel Jazz Manouche ma sin da subito emerge la voglia di ricercare e sperimentare nuove soluzioni sonore. Il primo cambiamento significativo è l’introduzione della voce in un genere, il Manouche, che nasce all’inizio del XX sec. esclusivamente strumentale.

Se inizialmente i Frequenze Retró si dedicano alla rielaborazione di brani italiani ed internazionali di inizio secolo, progressivamente si muovono verso la scrittura di canzoni inedite e verso un modo di suonarle sempre più personale.

I timbri vecchi delle chitarre manouche adoperati in un modo inedito, la voce capace di virtuosi skat ma anche di restituire un’interpretazione essenziale ai testi, il contrabbasso che si fa ordito di una trama mai scontata.

Alcune esperienze significative:

I Frequenze Retró vengono ingaggiati nel 2008 e per tutto il 2009 dalla Compagnia Msc Crociere come unica Jazz Band a bordo della Msc Poesia e quasi immediatamente ottengono la possibilità di esibirsi un giorno a settimana per quattro mesi consecutivi sul palco del Teatro Carlo Felice con 1500 posti a sedere ed un pubblico internazionale che accoglie e promuove di volta in volta la loro esibizione.

Nel Maggio del 2009 incidono il loro primo disco di brani editi.

Il brano che apre il disco è Honeysuckle Rose di Fats Waller di cui viene realizzato un videoclip per la regia di Alessio Algeri che ottiene un buon successo sul web.

Approdati sulla terra ferma e forti di un’esperienza determinante per la storia personale ed artistica di ognuno, dal 2010 si esibiscono con successo in numerosi Jazz Club, teatri, piazze e locali in tutta Italia, determinati a diffondere il proprio modo di far musica.

Nel 2011 sono ospiti della rassegna Bon Voyage del Teatro Lelio di Palermo.

Nel 2012 si esibiscono sul palco dell’October Forst Festival e partecipano alla VI edizione del Summer Jazz Festival di Castellammare del Golfo (TP).

Nel 2013 sono protagonisti con Eugenio Bennato della Notte Bianca di Spadafora (ME).

Nel 2014 il gruppo si è esibito per il 65 ˚ anniversario dell’INAS, gruppo CISL.

Nello stesso anno i Frequenze Retró suonano sul palco del Valdemone Festival di Pollina e prendono parte alla III edizione del Raduno Mediterraneo Jazz Manouche a Petralia Sottana.

Nel gennaio del 2015 hanno suonato per la riapertura del Teatro Finocchiaro di Palermo.

Il 2015 è l’anno in cui sottopongono per la prima volta i propri inediti all’attenzione di esperti di settore , sono finalisti regionali di Arezzo Wave, arrivano fra i 30 semifinalisti nazionali del Premio De Andrè e Secondi Classificati al Biella Festival per una giuria di 30 tecnici capeggiata da Enrico Ruggeri.

Il 27 Maggio 2016 hanno presentato in anteprima il singolo “L’uomo dei sogni” alla fiera del Vinile, del vintage e del collezionismo in seno alla Fiera del Mediterraneo di Palermo.

Il primo disco di inediti Nel cilindro di un mago è stato presentato il 22 gennaio 2017 all’Auditorium Rai di Palermo facendo il tutto esaurito.

Il disco comprende 10 tracce, è un affresco contemporaneo.

Le canzoni sembrano tirate fuori da un cilindro, pregne di meraviglia, riflessione, ironia e sensualità.

Ad Aprile è cominciato e non è ancora terminato Nel Cilindro di un mago Tour che attualmente conta più di 30 date in tutta Italia fra jazz club, piazze e palchi autorevoli come Argojazz 2017, Murgiafest e il Ficuzza Jazz Festival.

Il 31 Dicembre 2018 arriva la consacrazione ufficiale della città con Punormus Music Circus ideato da Alessandra Salerno che li sceglie per il Capodanno in Pizza Castelnuovo, la band si esibisce con altri artisti che si sono distinti particolarmente nel corso del tempo ed Edoardo Bennato.

IL 18 Marzo 2018 Valeria Graziani con Maurizio Crivello sono invitati a partecipare alla seconda edizione di Un brano a Testa, concerto intimo per ricordare Gianmaria Testa, tenutosi all’Auditorium rai di Palermo con la direzione artistica di Sara Romano e Marco Corrao.