NEWS

Angelo Daddelli & i Picciotti portano la folk music siciliana al Mercato San Lorenzo di Palermo

La folk music revival siciliana di Angelo Daddelli & i Picciotti arriva questa sera, domenica 24 settembre, sul palco del San Lorenzo Mercato di Palermo a partire dalle ore 21.30. La band saprà conquistare il pubblico con i brani in repertorio che evocano sonorità europee e arabe appartenenti a nazioni che si affacciano sul Mediterraneo e che sono state parte delle culture di quegli imperi che hanno governato per secoli l’Isola siciliana, portando spesso in campo artistico innovazione e raffinatezza.

La folk band è Angelo Daddelli & i Picciotti  è composta da: Angelo Daddelli, Mattia Franchina, Alessio Oliva, Nino Nobile. L’organico è composto soltanto da strumenti acustici quali chitarre classiche e acustiche, contrabbasso, mandolino, “friscalettu” (chiamato anche zufolo, frischiettu, a seconda della provincia o, in italiano, “flauto dolce di canna siciliano”), tamburelli, cembali (“cianciane”), cajòn (“casciuni”), fisarmonica e marranzano (più comunemente conosciuto come scacciapensieri). I loro pezzi toccano temi diversi quali l’amore, il lavoro, la satira, i doppi sensi riferiti al matrimonio e ai rapporti di coppia, la sofferenza, i canti fanciulleschi e, in generale, tutti i sentimenti più profondi e forti che l’essere umano prova. L’obiettivo primario del gruppo è quello di “attualizzare” e far rivivere nel presente, impiegando gli stessi, o quasi, strumenti acustici da sempre utilizzati, quella musica che è appartenuta e appartiene alla storia della Sicilia e che è stata punto di riferimento per le altre regioni del Sud Italia. A volte anche punto di riferimento delle corti europee, all’interno delle quali i compositori della “musica colta”, come Bach, Corelli o altri grandi nomi, si rifacevano a componimenti siciliani, per la stesura di alcuni brani utilizzati nelle suite.