NEWS

All’ Auditorium Rai di Palermo per il nuovo disco “Juaiu”: Claudio Giambruno Quartet feat Daniela Spalletta

Claudio Giambruno con la partecipazione straordinaria della cantante Daniela Spalletta, presenterà il suo nuovo lavoro discografico domenica 22 aprile alle ore 18.00 presso l’ Auditorium Rai di Palermo. Per l’occasione, il  sassofonista palermitano e docente della scuola popolare di musica del Brass Group, insieme al suo quartetto, eseguirà i brani esttratti da “JUIU”, uscito per  Alpha Music.

Sul nuovo disco Claudio Giambruno dichiara che: “JUIU (gioia mia in siciliano) e’ l’appellativo affettuoso con cui mio nonno era solito chiamarmi, mi piace pensare che la mia musica susciti lo stesso sentimento verso chi l’ascolta. JUIU è un disco di musica jazz modern mainstream, dove ho volutamente privilegiato l’aspetto melodico, la riconoscibilità del mio suono e il fatto che sia un disco godibile e scorrevole.”

Sul palco sarà accompagnato dalla voce di Daniela Spalletta, dal pianoforte di  Giovanni Conte, il contrabbasso di Giovanni Villafranca e la batteria di Paolo Vicari.

Claudio Giambruno , palermitano, classe ’82, comincia ad approcciarsi alla musica partendo dallo studio del sassofono con Stefano D’Anna e perfeziona la tecnica dell’improvvisazione e sviluppo del linguaggio Bebop con il leggendario pianista americano Barry Harris.

Per affinare i suoi studi, partecipa a diverse master class come, ad esempio, quelle col sassofonista Seamus Blake e il leggendario Steve Grossman, col pianista Riccardo Zegna e il contrabbassista Harvie Swartz.

Lavora con l’Orchestra Jazz del Conservatorio Bellini di Palermo, con l’Open Jazz Orchestra, l’ensemble di musica brasiliana Falabrasile con l’Orchestra “Macchina di Suoni”. Collabota anche col quartetto del chitarrista spagnolo Eliseo Llorreda Garcia e la cantante Flora Faja.

Nel 2012 arriva il suo primo lavoro discografico da leader dal titolo “MOON IS HERE” prodotto dall’etichetta siciliana JAZZYRECORD con la collaborazione di Dino Rubino (tromba e flicorno), Seby Burgio (piano), Fabrizio Brusca (chitarra), Diego Tarantino (contrabbasso) ed Emanuele Primavera (batteria). Proprio in quell’anno viene nominato tra i finalisti del PREMIO INTERNAZIONALE MASSIMO URBANI.

Inizia a collaborare anche con l’Orchestra Jazz Siciliana e nell’ambito del Seacily Jazz Festival 2012 partecipa, insieme al trombettista Vito Giordano, al concerto di Roberta Gambarini, coadiuvata da una sezione ritmica formata da Justin Robinson, Quincy Phillips, Ameen Saleem e Sullivan Fortner.