NEWS

Al via Same Brushes, il concerto di Gianni Gebbia e l’Elettromagnetico trio

“Same Brushes”: questo il titolo del primo album del sassofonista siciliano Gianni Gebbia, in concerto questa sera, sabato 17 dicembre, presso l’Ex Cinema Edison di Palermo a partire dalle ore 21.00. Gebbia, in occasione della Rassegna Musicale experimenta musicae, porterà sul palco i brani del progetto discografico, inciso per l’etichetta Objet-a, accompagnato dal suo Elettromagnetico Trio, band di freschissima formazione e da lui creata proprio quest’anno.

Curata dall’Ars Nova con la collaborazione di Italia Nostra e L’associazione Cassaro Alto, Experimenta Musicae è un evento il cui obiettivo è esplorare vari linguaggi e repertori musicali con compositori affermati e giovani interpreti per evidenziare i talenti del patrimonio artistico siciliano. In occasione della rassegna, dunque, si esibirà l’artista Gianni Gebbia e il suo Elettromagnetico trio composto da: Gianni Gebbia al sax soprano, Luca La Russa al basso elettrico e Carmelo Graceffa alla batteria e dispositivi elettronici. Creato con l’obiettivo di concentrarsi sulle proprie composizioni e melodie sviluppate dai primi anni ’80 ad oggi, Elettromagnetico è un’esperienza sonora energica senza confini che attraversa le esperienze musicali più disparate: dal folk siciliano a Magma, dai gruppi prog anni ’70 all’hardcore anni ’80, dall’improvvisazione radicale al jazz contemporaneo. In Elettromagnetico vi è una speciale attenzione sui moduli ipnotici e ripetitivi accanto allo sviluppo di melodie derivanti dalla tradizione musicale delle isole del mediterraneo in un continuo viaggio tra passato e presente. Gianni Gebbia, per creare melodie con il suo sax, utilizza la respirazione circolare, della quale è considerato uno dei massimi esploratori come metodo elettivo. Così, Gebbia riuscirà, nel corso del concerto, a creare questo climax magnetico ed ipnotico, per portarci in un viaggio che parte dai cantori ignoti delle strade di Palermo ai maestri sardi delle launeddas sino alle sonorità di Steve Lacy.